Le imprese di moda e della musica cercano giuristi

L’obiettivo è formare professionisti che possano lavorare con aziende di moda italiane e internazionali, studi legali italiani e internazionaliche svolgono attività di assistenza per le aziende di moda, società che prestano attività di consulenza a favore delle aziende di moda, organismi di vigilanza ex Dlgs. n. 231/2001 e responsabili della funzione Compliance delle aziende di moda.

Il corso per i giuristi della musica
Il secondo corso organizzato dall’Alta Scuola “Federico Stella” sulla Giustizia Penale è “Music and Entertainment Law (Afmel)”. Si tratta del primo corso di alta formazione in Italia che si propone di formare professionisti in grado di fronteggiare problematiche del diritto dello spettacolo nelle sue varie articolazioni. Le recentissime evoluzioni nel modo di “fare” e “diffondere” la musica rendono infatti sempre più attuale la necessità di disporre di adeguati strumenti di tutela del diritto d’autore idonei ad andare incontro alle sfide poste dalla modernità e dalla tecnologia.

Il corso risponde alle trasformazioni che hanno caratterizzato negli ultimi anni il settore dell’industria musicale e cine-audiovisiva, con riferimento all’utilizzo dei software di riproduzione musicale in streaming come Spotify, Apple Music, Tidal, Amazon Music, iDagio, e alle questioni connesse alla distribuzione telematica delle opere cinematografiche e dei format televisivi (SkyQ, Netflix, Amazon Prime Video).

L’offerta formativa si articola in cinque moduli didattici: Music Industry Law, Motion Picture Law, Law and Management of New Media, Administrative Law, Criminal Law, Law and Management of New Media. Le competenze acquisite saranno spendibili per lavorare come esperti presso case discografiche, uffici stampa, uffici legali di aziende di produzione e distribuzione cine-audiovisiva, (professioni altamente richieste, ma scarsamente specializzate), oltre che in studi legali di settore. Le lezioni si terranno da ottobre a dicembre.